I cuochi al Dine & Wine Festival 2019

Sapori internazionali di gran classe

Il Dine & Wine Festival è il tradizionale momento clou in Alto Adige dedicato ai buongustai e agli edonisti. In questa occasione, la cultura gastronomica internazionale viene celebrata come in nessun altra parte del mondo. Appassionati rappresentanti delle rispettive regioni e straordinari maestri creativi - i migliori chef e produttori di vino - una volta l’anno si trovano all’Hotel Castel per deliziarVi con la loro arte culinaria. GodeteVi questa esperienza sublime di gran classe.

Dine & Wine 2019

Quando il miglior chef di pesce di Kärten, uno Chef di Amburgo di origini pugliesi e Gerhard Wieser si incontrano per il Dine & Wine Festival 2019 dal 3 al 7 Novembre, ci si aspetta una varietà culinaria di altissima qualità.

Gli Chef
Siamo stati molto felici quando il nostro fornitore di lunga data di caviale di salmerini e di Salmerini ci ha confermato la sua partecipazione. Michael Sicher non è solo un noto ed affermato allevatore di caviale di salmerino e Salmerini, ma gestisce anche il miglior ristorante di pesce della Carinzia insieme al fratello e alla sua famiglia. Da Sicher, potete essere sicuri, che vi verrà servito quello che è stato allevato personalmente o anche coltivato nel proprio giardino. Negli ultimi decenni, la famiglia ha gradualmente realizzato il grande sogno di un ristorante in proprio. E poi, con sorpresa dopo tutto l'impegno e la passione, la guida Gault Millau onora le prestazioni della cucina con 3 Cappelli e 17 punti!

Siamo anche orgogliosi di poter ospitare Matteo Ferrantino per la seconda serata del Dine & Wine Festival. Dalla fine del 2017, lo chef pugliese gestisce il suo ristorante Bianc ad Amburgo, che ha già conquistato una delle ambite stelle Michelin già nel suo primo anno di attività. Quando abbiamo mangiato da Matteo lo scorso inverno, abbiamo subito sentito la sua cordialità e passione italiana mentre addobbava la nostra tavola con tanti piccoli saluti dalla cucina quasi un peccato mangiarli. L'intensità del gusto dei suoi piatti rimane nella nostra memoria, così come l'ambiente del ristorante, che vi porta sulla costa adriatica della Puglia

La terza serata viene tradizionalmente orchestrata dalla brigata della nostra cucina e quindi anche quest’anno lo chef, 2 stelle Michelin, Gerhard Wieser preparerà la cena di gala conclusiva del festival. Per oltre 25 anni chef della nostra casa, la sua grande passione per la cucina e la sua volontà lo hanno reso uno dei migliori chef dell'intera regione alpina

L’ultima serata del festival è stata consapevolmente pensata all’insegna del relax e della semplicità. Una suggestiva e gioiosa serata finale sotto la direzione del nostro chef promette tanto divertimento con un menù finger food e un buffet di vini dal quale potrete scegliere liberamente la vostra bottiglia. Tra di esse si potranno trovare anche alcune rarità assolute, rese irriconoscibili

I viticoltori
Le delizie dei master chef verranno accompagnate il 3 Novembre dai migliori vini delle cantine Gross (Ratsch a.d. Weinstraße, Stiria del Sud, Austria), il 4 novembre da Federico Graziani (Sicilia, Italia) e Feudi di San Gregorio (Campania, Italia), e il 5 novembre dalla cantina Girlan (Cornaiano, Alto Adige Italia)

Il programma
Oltre alle cene di gala, vi attendono anche interessanti programmi giornalieri. A partire dal pomeriggio del 3 Novembre. con un'interessante degustazione verticale del grande "Ried Nussberg Sauvignon blanc" della cantina Gross. Il 4 Novembre un’ escursione alla cantina di Cornaiano e agli allevatori di funghi di "Kirnig". Mentre il 5 Novembre una degustazione di cioccolato con i pionieri sudtirolesi del cioccolato Katya e Armin, insieme al nostro Chef-Pâtissier Thomas Kostner

L'ultimo giorno, dopo una piacevole escursione tra i meleti e i vigneti intorno al Castel*****, il tradizionale Törggelen si svolgerà nel parco di fronte all'hotel compreso di vista panoramica da sogno.

Vi aspettiamo!

>>>> CLICCA QUI e scarica la brochure dell' evento 2018! <<<<

Gli chef degli anni passati

Christian Bau (2006)
"Victor's Gourmet-Restaurant Schloss Berg" di Nennig (D)
3 stelle Michelin, 4 cappelli (19,5 punti) nella Guida Gault Millau.

Sophie Bise (2005)
"Auberge du Père Bise" di Talloires (F)
1 stella Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau.

Enrico & Roberto Cerea (2013)
"Da Vittorio" di Bergamo (I)
3 stelle Michelin.

Massimo Bottura (2010)
"Osteria Francescana" di Modena (I)
2 stelle Michelin, 6° miglior cuoco del mondo (San Pellegrino).

Martin Dalsass (2004 & 2012)
Ristorante "Santabbondio" di Lugano (CH)
1 stella Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dell’anno 1995.

Thomas Dorfer (2015)
Restaurant "Landhaus Bacher" di Mautern (A)
3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dell’anno 2009.

Didi Dorner (2009)
Ristorante “Landhaus Steinach” di Stainach (A)
1 stella Michelin, 3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau, miglior newcomer 2009.

Hans-Stefan Steinheuer (2018)
Ristorante  "Zur alten Post" di Heppingen (G)
2 stelle Michelin, 4 cappelli (19 punti) nella Guida Gault Millau.

Irma Dütsch (2005)
Saas Fee (CH)
1 stella Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau, miglior chef della Svizzera.

Monste Estruch (2009)
Ristorante “El Cingle” di Vacarisses nei pressi di Barcellona (E)
1 stella Michelin.

Gennaro Esposito (2007 & 2012)
Ristorante “Torre del Saracino” di Napoli (I)
2 stelle Michelin.

Dieter Koschina (2017)
Restaurant "Vila Joya" in Algarve (PT)
2 stelle Michelin, Position 22 on the World's 50 Best Restaurant list.

Eduard Hitzberger (2003)
Hotel Ristorante “Paradies”di Ftan (CH)
2 stelle Michelin, 4 cappelli (19 punti) nella Guida Gault Millau.

Jürgen Vigné (2018)
Ristorante Pfefferschiff di Söllheim a Salisburgo (A)
1 stella Michelin, 3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau.

Christian Lohse (2004)
Ristorante “Fischers Fritz” di Berlino (D)
2 stelle Michelin, 3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau.

Bert Meewis (2011)
Ristorante “Slagmolen” di Opglabbeek (B)
2 stelle Michelin, 3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau.

Silvio Nickol (2011)
Silvio Nickol Ristorante Gourmet “Palais Coburg” di Vienna (A)
1 stella Michelin, 3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau.

Giancarlo Perbellini (2008)
Ristorante “Perbellini” di Isola Rizza nei pressi di Verona (I)
2 stelle Michelin.

Richard Rauch (2016)
Ristorante “Steira Wirt” di Trauttmannsdorf (A)
3 cappelli (17 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dell'anno 2015.

Michel Rochedy (2015)
Restaurant „Le Chabichou“ di Courchevel (F)
2 stelle Michelin.

Thorsten Schmidt (2010)
“Malling & Schmidt” di Ahrus (DK)
1 stella Michelin.

Geir Skeie (2013)
“Brygga11” di Stord, Fiskabutikk & Standefjord (NOR)
Vincitore Bocuse d’Or 2008 & 2009.

Martin Sieberer (2007)
Ristorante “Paznaunerstube” nell’Hotel Trofana Royalin di Ischgl (A)
1 stella Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dell’anno 2000.

Gaetano Trovato (2006)
Ristorante “Arnolfo” di Colle di Val d’Elsa nei pressi di Siena (I)
2 stelle Michelin.

Gerhard Wieser (tutti gli anni)
Ristorante gourmet “Trenkerstube” dell’Hotel Castel (I)
2 stelle Michelin, 3 cappelli (18 punti) nella Guida Gault Millau.

Filip Langhoff (2017)
Ristorante „ASK“ in Helsinki (FL)
1 stella Michelin

Joachim Wissler (2008)
Ristorante “Vendome” di Bergisch-Gladbach (D)
3 stelle Michelin, 4 cappelli (19,5 punti) nella Guida Gault Millau, cuoco dei cuochi (FAZ).

Jörg Wörther (2003)
Ristorante “Schloss Prielau” di Zell am See (A)
4 cappelli (19,5 punti) nella Guida Gault Millau, chef del decennio.

Matthias Bernwieser (2016)
Ristorante “Ylajali” di Oslo (N)
Vincitore "Junge Wilde 2015" (Rolling Pin).

(Informazioni valide per il rispettivo anno dell’evento)


I produttori di vino degli anni passati

Azienda Vinicola Bruno Giacosa (2005)
Azienda Vinicola Ca’ del Bosco (2006)
Azienda Vinicola di Nadia Zenato (2005)
Azienda Vinicola Fontodi (2006)
Azienda Vinicola Lantieri (2006)
Azienda Vinicola Planeta (2006 & 2012)
Ansitz Waldgries (2017)
Bellavista (2011)
Brennerei Ortler (2015)
Bruna Giacosa (2005)
Burggräfler Kellerei (2007)
Cantine Ferrari (2009)
Castello di Monsanto (2005)
Cerretto (2017)
Château Giscours (2004)
Château Haut Bailly (2004)
Daniela Kramberger – Visp (2005)
Dominique Giroud - Sion (2005)
Donnafugata (2004)
Elena Walch (2005 & 2012)
F. & D. Giroud (2005)
Fattoria La Massa di Giampaolo Motta (2007 & 2012)
Felsina (2018)
G. B. Bertani (2008)
Giroud – Mayen de Chamosou (2005)
Glögglhof (2009)
Gross (2010)
Hartmann Doná (2009)
Heyl zu Herrnsheim (2011)
Jean Stodden (2018)
Kellerei Schreckbichl (2003)
Kellerei St. Michael-Eppan (2003 & 2012)
Kellerei Terlan (2003 & 2008)
Kellerei Tramin (2010)
Klosterkellerei Neustift (2017)
Kornell (2018)
La Spinetta (2009)
Manincor (2004, 2012 & 2017)
Martin Gojer (2016)
Masciarelli (2011)
Meraner Kellerei (2007)
Passopisciaro (2014)
Peter Dipoli (2015)
Peter Sölva & Söhne (2016)
Petra (2011)
Plattner Waldgries (2003)
Pojer & Sandri (2014)
Privatkellerei J. Mayer Unterganzer (2003)
Sektkellerei Arunda (2003)
Sepp Moser (2007)
St. Antony (2011)
Tenuta Argentiera (2016)
Tenuta Casanova di Neri (2010)
Tenuta di Trinoro (2014)
Tenuta dell’Ornellaia (2008)
Tenuta Monfalletto (2010)
Tenuta Valgiano (2009)
Tenute Loacker (2009)
Thomas Niedermayr (2016)
Van Volxem (2008)
Vinaioli Simcic Salko & Marjan (2007)
Weingut Falkenstein (2009)
Weingut Frauwallner (2016)
Weingut F.X. Pichler (2015)
Weingut Garlider (2014)
Weingut Hack-Gebell (2009)
Weingut J. Hofstätter (2008)
Weingut Jermann (2015)
Weingut Köfererhof (2006 & 2012)
Weingut Kornellhof (2006)
Weingut Kränzel (2007)
Weingut Pacherhof (2006)
Weingut Scharl (2016)
Zuani (2008)